Ringraziamo
logo_unihoc.jpglogo_biaggini.jpgSTS.jpglamobiliare_small.pnglogo_BdS.jpg
Ultime dal forum
RossoBlu
12.03 (13:07)

E intanto siamo ancora in LNB! Complimenti! Albo d'oro TIUH...

giampiero cason
02.11 (16:17)

grazie TIUH ai dirigenti e giocatori per i bellissimi momenti a tifare per voi! giampiero...

Capocurva
14.09 (20:44)

In bocca al lupo ragazzi! Tenete alto il nome del Ticino, lottate con il cuore e portate a casa la q...

07.03.2018

Under 16B - Quando l'impensabile diventa realtà... Campioni!

Tutto torna! Mi era stato detto dalle tribune dopo una partita persa…

È vero ragazzi, tutto torna alla fine e malgrado momenti di scetticismo, attimi di dubbi che affiorano nei nostri pensieri, lo sport insegna che ciò che si semina si raccoglie. Certo, costa fatica piegare la schiena, ma quando si vede il ricco raccolto splendere, i dolori passano e il sorriso del tuo compagno di raccolta che ti tira una pacca sulle spalle in segno di soddisfazione, non ha prezzo!

Che noia a luglio finire di lavorare e poi arrivare ad allenamento per correre km su km, che noia fare esercizi mentre altri coetanei si divertono con i telefonini vicino ad una fontanella e ci prendono in giro mentre noi sudiamo, che barba fare mezz'ora di bus andata e ritorno per sentirsi fischiare nell'orecchio da un vecchio pazzo… quante volte ce lo siamo detti eh? Non si contano più…
Eppure, quando si torna a casa dopo tante ore di trasferte, si butta la borsa in corridoio consapevoli di aver mancato per poco un risultato storico e all'improvviso il telefonino inizia ad impazzire con la scritta campioni, si dimentica tutto, le fatiche, i sacrifici, le discussioni infinite, gli acciacchi… tutto torna e all'improvviso ogni cosa ha un senso!

La maledizione del primo derby, che ci aveva fatto smettere di raccontare l'avventura e oscurava il nostro sogno con quella brutta formula magica del "Tutto torna!" …e poi, pochi giorni fa, l'incantesimo del secondo derby con quelle parole magiche "Tutto torna!" sembra davvero una favola di un vecchio cartone della Walt Disney, con le medesime due parole, ma con toni ben differenti, l'eterna lotta tra il male e il bene, tra odio e amore…

Domenica 4 marzo 2018, gli sbabbini scendono in campo con un secondo posto sicuro e un derby da giocare ancora contro un forte Verbano, che ha lavorato sodo e ha sorpreso un po' tutti per qualità e disciplina messa in campo, e per questo vanno i nostri più sinceri complimenti ad una grande squadra e al suo allenatore. 

Si parte e il TIUH, con rete di capitan Boscolo, si regala immediatamente il vantaggio sui cugini. 1-0. 
Il 2 a 0 arriva poco dopo con il cecchino Mariotti, che in powerplay, infila a metà altezza il portiere vichingo. Il 3 a 0 giunge su una bella azione collettiva della prima linea, finalizzata da un grande Mattia Ochsner (4 punti per lui, 3 assist e 1 gol). 
Dopo 10 minuti i rossoblù sono in netto vantaggio, ma un timeout di Mister Arosio (VUH) ristabilisce equilibrio ed ordine e il VUH cambia pelle. Alzano il baricentro e gli sbabbini faticano ad uscire dalla zona stando costantemente sotto pressione. Arriva la sirena della fine del primo tempo, ma la partita è tutt'alto che finita!

Il Verbano vuole il podio della classifica - se lo meriterebbe - e nel secondo tempo fanno il gioco, mentre il TIUH spreca qualche occasione in contropiede e si difende a denti stretti, protetti dall'ottimo Fiore. Bognuda e Margni (ali alte) si fanno in quattro, allungano la squadra sull'uscita e pressando il playmaker della squadra avversaria senza risparmiarsi, senza nessuna speculazione personale, danno il 110% sapendo che in caso, vi sono altri compagni pronti a sostituirli a dovere. A poco dal termine, una brutta palla persa a centrocampo regala un contropiede ai vichinghi che non si fanno pregare e segnano con un bel tiro di Armone che non lascia scampo al nostro estremo difensore. Alla seconda pausa il TIUH conduce 3 a 1, ma il Verbano di Mister Arosio prende coraggio... e il terzo tempo promette scintille…

Terzo tempo, ultimi 20 minuti di un campionato lunghissimo, e come l'anno scorso nell'ultima pausa della stagione si assiste al passaggio di testimone, la "vecchia" generazione che lascerà la categoria e quella del primo anno che prenderà una bella eredità da trasmettere a chi verrà l'anno prossimo, gli ultimi 20 minuti insieme degli U16B classe 2002-2003, l'ultimo tempo dove si lotterà tutti insieme, dove ogni compagno è pronto a sostituire chi è in difficoltà e dove il tempo non tornerà più…

Il VUH ci crede ancora e caricati a dovere in spogliatoio dall'allenatore provano fino all'ultimo a giocarsi la partita, ma al 53esimo, nel primo cambio del Mozz (Mozzini), parte un contropiede che, ben servito da Mattia Ochsner, l'ex Sementina con consueta calma fulmina il portiere del Verbano per il 4 a 1.
Ora ci sono da gestire gli ultimi minuti, quelli che tante volte ci hanno fregato, che quest'anno ci hanno fatto tremare le gambe, avere il braccino corto e tradito con regolarità, ma dagli errori s'impara e si matura. I rossoblù sono più saggi, hanno imparato a soffrire senza arrancare, due penalità a sfavore aumentano la tensione, ma lo schema diamante è perfetto! Jorio davanti alla porta è un muro, Rossi, Lombardi e Boscolo bloccano tutto dai lati: tiri, passaggi, tagli, qualsiasi cosa passi loro ad un metro la prendono, Valenti si fa largo a spallate e Ochsnerino non teme i giganti, anzi li stuzzica! I secondi passano, arriva il meritato secondo gol del Verbano (4 a 2), ma è troppo tardi per mettere in discussione il risultato del match.

Esordisce anche Bernini e gli ultimi 30 secondi sono una festa, i ragazzi abbracciati in piedi sulla panchina, il Coach Barbaro che non smette ancora di gridare, Jorio e Zingg che si danno la mano in segno di vittoria e il pubblico, il fantastico pubblico che ci ha seguito in tutte le trasferte, non smette di battere le mani…
Sirena e parte l'ammucchiata su Fiore, siamo primi almeno per qualche ora, in spogliatoio si festeggia comunque una buona stagione, l'immancabile bidone di Gatorade in testa al coach, le bottiglie di Rimus da stappare e tutti a cantare sotto la doccia!!!
Si torna a casa attaccati ad un lumicino, ma più passa il tempo e più la luce sembra spegnersi, arrivano i primi sms "Dai grand stagione in ogni caso!", "Bravi! Comunque vada, stagione da incorniciare!", "Siamo fieri di voi!" ecc. ecc…  fino a quando alle 19.11 arriva un altro sms "Campioni!!!" e per magia tutto torna!

Campioni ragazzi! CAMPIONI ed è tutto merito vostro, l'avete fatto voi, costruito allenamento su allenamento, corsa dopo corsa con 2° o 3° gradi all'esterno, con neve e pioggia, con scatti e salite, con andate e ritorni quando il Mister si arrabbiava! Bravi!

I ringraziamenti vanno chiaramente anche alla società, che ci permette ogni giorno di coltivare la nostra passione, ai genitori/sostenitori che ci hanno sempre seguito e allo staff che mi ha sostituito magnificamente nei momenti difficili, senza mancare alla sportività di tutti gli avversari del campionato, Indians, Lucerna, Verbano, Zuger, Altendorf, Uri e Reinach ai quali vanno i nostri più sinceri complimenti per la stagione trascorsa e con la promessa che terremo alto l'onore del gruppo 2 dei Junioren U16B anche alle prossime finali!

Nella prima serie di play-off (best-of-three) affronteranno l'ULA, primo incontro in trasferta il 17-18 marzo, seconda partita in casa sabato 24 marzo, con eventuale gara 3 il giorno seguente nuovamente a Langenthal. Se dovessero passare il primo turno, la seconda serie "best-of-thee" sarebbe contro la perdente tra Jona-Uznach Flames e UHC Grünenmat.

Grazie a tutti…


Articolo di Alessandro Barbaro